Resistenza-Lavoro-Costituzione

31 maggio 2016 di salerno2 Nessun commento »

Segui le campagne referendarie (modifiche costituzionali, Italicum, sociali, lavoro) sul sito Coordinamento Democrazia Costituzionale Salerno e sulla pagina  facebook del Coordinamento

ANPI Salerno news del 16 marzo 2017

17 marzo 2017 di salerno2 Nessun commento »

anpisalernonews20170316

ANPISalernoNews170316+allegato

“Comitato No alle modifiche della Costituzione nata dalla Resistenza” e ” Comitato per l’abrogazione di due norme dell’Italicum”

2 aprile 2016 di salerno2 Nessun commento »

Attacco indegno a Smuraglia, piena solidarietà al Presidente ANPI

Piena solidarietà al Presidente dell’Anpi Carlo Smuraglia che ha subito un attacco inqualificabile ed offensivo da parte di Fabrizio Rondolino in un articolo su l’Unità di oggi.

Rondolino usa definizioni inaccettabili come “ (Smuraglia) verrebbe sonoramente bocciato”, “le parole di Smuraglia un senso non riescono a darselo”.

Opinioni diverse sono legittime, anche sostenute con forza polemica, l’offesa personale verso Smuraglia e il tentativo di un’evidente denigrazione sono invece inaccettabili, probabilmente è una reazione al timore di ciò che l’Anpi rappresenta. Offendere il suo Presidente è il modo più semplice per liquidare il patrimonio morale che l’ANPI custodisce.

Rondolino dimostra la sua faziosità quando sostiene che Smuraglia avrebbe commesso uno svarione quando ha criticato l’Italicum, in collegamento alle modifiche della Costituzione.

Smuraglia ha talmente ragione che è il governo ad aver fatto togliere le norme elettorali per il Senato dall’Italicum. La legge elettorale definita Italicum è infatti ipermaggioritaria e assomiglia fin troppo al famigerato “porcellum” ed entrerà in vigore il 1° luglio solo per la Camera dei deputati. Questo in conseguenza della dichiarata volontà di questo governo di costringere il parlamento a manomettere la Costituzione, relegando il Senato ad una sorta di dopolavoro di lusso, senza la possibilità per i cittadini di scegliere i propri rappresentanti, per di più complicando non poco il sistema di approvazione delle leggi.

A “Cesare” Rondolino si può rispondere semplicemente ci vedremo al referendum e vedremo se questi atteggiamenti settari e liquidatori prevarranno.

Domenico Gallo Alfiero Grandi

Carlo Smuraglia sul Fatto quotidiano del 31 marzo 2016

2 aprile 2016 di salerno2 Nessun commento »

Smuraglia

Attacco di Fabrizio Rondolino su l’Unità al Presidente dell’ANPI

1 aprile 2016 di salerno2 Nessun commento »

 

 

SmuragliaUnità

Presentazione libro di Isaia Sales “Storia dell’Italia mafiosa”.

9 marzo 2016 di salerno2 Nessun commento »

Giovedì 10 marzo ore 19.00 presso la Biblioteca comunale di Scafati,

Via Galileo Galilei, verrà presentato il libro di Isaia Sales: “Storia dell’Italia mafiosa”. Leggi

Donne e Lavoro non solo l’8 marzo

6 marzo 2016 di salerno2 Nessun commento »

8 marzo 2016.1

L’Acqua nelle mani dei cittadini o nei tentacoli della finanza

1 marzo 2016 di salerno2 Nessun commento »
cuqaSempre più città, regioni e Paesi nel mondo stanno scegliendo di riprendere in mano il controllo pubblico sulla gestione dell'acqua.
Di quale rimunicipalizzazione si tratta?
Perchè l'Italia non va in questo senso nonostante il referendum del 2011?
In quale senso va la nuova legge regionale sul riordino del Servizio Idrico in Campania?
Cosa chiederemo a riguardo ai prossimi candidati alla gestione della nostra città?
Per rispondere a queste domande il Comitato Acqua Pubblica Salerno, insieme con gli studenti di #non candidatied il gruppo Coalizione Sociale, invita la cittadinanza a partecipare all’incontro pubblico che si terrà martedì 1 marzo presso la sede CIPES in P.zza San Francesco Salerno. Interverranno Marco Bersani del FIMA e Maurizio Montalto commissario di ABC Napoli azienda speciale di gestione del servizio idrico napoletano.
I media sono invitati a diffondere l’iniziativa e a partecipare.
Per info: comitato.salerno@acquabenecomune.org
Lucia Capriglione 3283630786

REFERENDUM

23 febbraio 2016 di salerno2 Nessun commento »

In Primo Piano

Mercoledì 2 Marzo p.v. alle ore 17,30, a Salerno, presso la sede della CGIL FP, in C.so Garibaldi n. 33,

organizzazioni, forze sociali e politiche, che hanno aderito al COORDINAMENTO DEMOCRAZIA COSTITUZIONALE NAZIONALE, singole/i cittadine/i terranno la

ASSEMBLEA PUBBLICA

per costruire il COMITATO PROVINCIALE del COORDINAMENTO DEMOCRAZIA COSTITUZIONALE, al fine di rendere più estesa ed omogenea la presenza dei comitati sul territorio salernitano e più incisiva la loro azione sia per la difesa della costituzione (NO alla riforma costituzionale), sia per l’opposizione alla nuova legge elettorale(ITALICUM)

Proiezione del docufilm Nekuje – Non Uccidere di Garip Siyabend Dunen

3 febbraio 2016 di salerno2 Nessun commento »

non uccidereIl giorno 5 Febbraio 2016, dalle ore 19:00 al circolo Arci Mumble Rumble, verrà proiettato il docufilm Nekuje – Non Uccidere di Garip Siyabend Dunen, 30enne curdo conosciuto in Italia per essere stato tra i protagonisti di un reportage del fumettista Zerocalcare. Dopo aver lavorato a fianco di decine di giornalisti, a novembre Siyabend ha imbracciato la telecamera per mostrare il massacro nella città della sua famiglia.

A seguire è previsto un confronto e un dibattito aperto con l’autore. Durante la serata ci sarà un aperitivo in collaborazione con il GASP (Gruppo di Acquisto Solidale Pastena) il cui ricavato verrà devoluto alla UIKI Onlus (Ufficio Informazione del Kurdistan in Italia).

La tappa di Salerno si inserisce in una serie di proiezioni che si sta svolgendo in tutta Italia, e che ha già attraversato città come Roma, Bologna, Napoli, Reggio Emilia.

Questo momento è il secondo appuntamento cittadino, dopo la grande partecipazione di “ElectroSwing For Kobane”, di informazione, sensibilizzazione e solidarietà sulla questione Curda.

Garip Siyabend Dunen ha denunciato l’escalation di violazioni “di ogni più elementare diritto umano” cui sono sottoposti gli abitanti delle aree a maggioranza curda nella Turchia sudorientale.  il caso è arrivato anche a Strasburgo su sollecitazione dell’eurodeputata irlandese Martina Anderson durante la plenaria dello scorso 20 Gennaio.

Le riprese narrano l’assedio di Silvan, iniziato nei primi di Novembre e che si è protratto per 12 giorni consecutivi. Garip Siyabend li ha trascorsi quasi interamente al seguito di un gruppo di cittadini che, fino all’ultimo, hanno cercato di forzare il cordone sanitario che l’esercito aveva stretto attorno all’area sottoposta a coprifuoco. “Nekuje” è la cronaca di quel lungo, ininterrotto tentativo.

Dallo scorso agosto, il coprifuoco è stato imposto per ben quattro volte in città: obiettivo dell’esercito era la riconquista dei cosiddetti quartieri autodifesi, tre zone che – dopo il collasso del processo di pace tra il governo e i curdi – sono state dichiarate autonome da una milizia urbana auto-costituita (e spesso impropriamente confusa con il Pkk). Ma, tra bombardamenti e tiratori scelti, almeno 20 civili vi hanno già perso la vita; mentre una vasta zona del centro è ormai semidistrutta.

L’autore Nel 2014, dopo dieci anni passati tra Roma ed Eboli, è tornato a vivere nella città di Diyarbakir dove, nel giro di qualche mese, è divenuto una delle “guide” più richieste dai cronisti italiani.